fbpx

Palladino, nuovo tecnico della Fiorentina: cosa cambia al Fantacalcio?

A cura di

Palladino Fiorentina
Getty Images

A cura di

Continua il walzer delle panchine con la Fiorentina ad aver scelto il nuovo allenatore: sarà Raffaele Palladino a guidare il club viola

La sconfitta nell’ultimo atto della Conference League ha messo fine al ciclo di Italiano che, nonostante tre finali disputate (due di Conference e una di Coppa Italia), non è riuscito a portare un trofeo in casa Fiorentina. La società viola ha deciso di puntare su Palladino: il tecnico ha firmato un biennale e il suo obiettivo è quello di portare la squadra il più in alto possibile in campionato e lottare nelle coppe.

Palladino, nei suoi anni a Monza, ha mostrato di essere un tecnico con idee moderne e di voler portare un calcio che possa fare la partita indipendentemente dall’avversario. Il modulo del nuovo allenatore della Fiorentina si avvicina molto con quello di Italiano; 4-2-3-1 che può diventare, a seconda dei momenti della partita e dell’avversario, un 4-4-2 ma anche un 4-3-3.

Palladino-Fiorentina: dal discorso tattico al mercato

Dal punto di vista tattico, il 4-2-3-1 del Monza di Palladino prevedeva una fase difensiva con i due terzini ad alternarsi nella fase di spinta mentre uno dei due centrocampisti aiutava molto il reparto arretrato. Pessina rappresentava il cervello della squadra, quel giocatore in grado di dettare tempi e ritmo di gioco. Qualità affidata sulla trequarti con due esterni ed un trequartista ad avere il compito di creare la superiorità numerica.

Andrea Colpani
(Photo by Alessandro Sabattini, Getty Images)
Calcioinpillole.com

 

Partendo da questo proposito, la Fiorentina di Palladino è molto probabile che parta con il 4-2-3-1. Tra i giocatori da cui ripartire troviamo, sicuramente, Martinez Quarta: difensore forte fisicamente, abile nell’anticipo e capace di realizzare, nel corso della stagione, dei gol importanti. Se parliamo di punti fermi dobbiamo menzionare Biraghi; capitano della Fiorentina, uomo spogliatoio e giocatore che, sotto la guida di Palladino, potrà aumentare il numero di assist nel corso della stagione.

Zaniolo torna al fantacalcio? Un club di Serie A piomba su di lui: ecco quale

 

Diverso il discorso del centrocampo dove è difficile da ipotizzare giocatori da cui ripartire: in mezzo al campo possibile una vera e propria rivoluzione anche se, per come gioca Palladino, un giocatore alla Bonaventura farebbe molto comodo per la sua capacità di attaccare lo spazio ed inserirsi alle spalle della difesa avversaria.

Incertezze anche nel reparto offensivo dove, escluso Nico Gonzalez, ci sono davvero tanti dubbi, L’argentino è tecnicamente superiore alla media ed inserito in un contesto giusto può essere una risorsa importante nella stagione dei viola. Per il resto Nzola e Beltran rappresentano delle vere e proprie incognite.

Sul mercato sono diverse le operazioni da portare a termine per regalare al tecnico una rosa congeniale al suo sistema di gioco. Non è un caso che tra gli obiettivi di mercato ci siano due giocatori che l’allenatore conosce molto bene: stiamo parlando di Colpani e Carboni. I due possono andare a rinforzare il reparto offensivo viola portando qualità e, specialmente Colpani, un numero importante di gol e assist.

Il classe 1999, in questa stagione, ha realizzato otto gol e quatto assist dimostrando tutta la sua abilità negli ultimi venticinque metri. Una risorsa importante per una squadra ha faticato tremendamente a trovare la via della rete. Proprio per il discorso realizzativo, la Fiorentina si sta muovendo alla ricerca di un centravanti in grado di garantire un numero importante di gol.

I nomi che la società viola sta seguendo sono Pinamonti (reduce da una buonissima stagione con il Monza), Krstovic e Arnautovic con l’ultimo che potrebbe ritrovare, dopo l’esperienza con il Bologna, un ruolo centrale all’interno di un progetto calcistico, In mezzo al campo sono diverse le situazione da risolvere tra Bonaventura, contratto in scadenza il prossimo trenta giugno, Amrabat a cui non dispiacerebbe restare in Premier League e Arthur, tornato alla Juventus.

Sarà una sessione estiva di mercato importante per la società viola il cui compito è quello di regalare a Palladino una rosa in grado di ricoprire un ruolo importante nella prossima stagione sia in campionato sia nelle coppe.

Segui le ultime notizie su Google News!

Ultime notizie

LEGGI ANCHE