fbpx

Lo strano caso del Sassuolo: bene solo con le big

A cura di

Laurienté segna

A cura di

Il Sassuolo è in piena lotta retrocessione e a tre giornate dal termine del campionato la situazione è assai complicata. Tuttavia, l’attenzione non può non finire sui risultati contro alcune big

C’è stato un vero e proprio ribaltamento di pronostico in questa 35esima giornata di campionato: il Sassuolo è riuscito a battere l’Inter, in casa, per 1-0 grazie ad un gol di Laurienté nel primo tempo e questo ha fatto storcere non poco il naso ai più. Dai complottisti che urlano alla partita da mettere sotto inchiesta a tutti i fantallenatori che avevano schierato tutta la rosa dell’Inter, sicuri di prendere almeno un bonus tra i giocatori nerazzurri.

Così non è stato. Non è questo però l’argomento che vogliamo discutere, bensì la strana propensione del Sassuolo di giocarsi la partita contro alcune big del nostro campionato per poi spegnersi totalmente negli scontri diretti per la salvezza o contro squadre sulla carta più facili da affrontare. La prima curiosità che salta agli occhi è che il Sassuolo è l’unica squadra in questo campionato ad essere riuscita a battere l’Inter sia all’andata sia al ritorno.

Sassuolo, bene soltanto contro le big

A confermarlo è lo stesso portiere dei neroverdi Andrea Consigli, che non si capacita come sia possibile considerando la stagione che sta giocando la squadra: “Aver vinto tutte queste partite contro le big è una cosa che mi fa avvelenare“.

Andrea Consigli chiede scusa ai tifosi dopo l'ennesima sconfitta
Consigli chiede scusa ai tifosi dopo la sconfitta contro la Fiorentina – @GettyImages – consiglifantacalcio.it

Ebbene si, perché il Sassuolo oltre a battere l’Inter in entrambe le gare, è riuscita a battere la Juventus nella gara d’andata – finita 4-1 per i neroverdi con dei disastri difensivi di Gatti e Szczesny – e a fermare il Milan in un rocambolesco 3-3 alla 32esima giornata. Inoltre, vanno anche menzionati i pareggi contro Bologna e Fiorentina, mentre contro Lazio, Roma, Atalanta e Napoli i risultati sono stati sempre in linea con le aspettative del match.

L’incredulità di uno degli ultimi senatori rimasti in squadra è proprio quella di aver giocato le partite migliori contro queste squadre e aver ceduto totalmente alle dirette concorrenti che stanno lottando per raggiungere il loro stesso obiettivo, la salvezza. “Se vinciamo con squadre forti e giochiamo partite così, è impossibile non fare lo stesso con le nostre dirette concorrenti. Questa vittoria non conta niente, siamo ancora penultimi“.

Sassuolo, la salvezza ora è ancor più nelle tue mani

Nelle ultime tra partite Pinamonti & Co faranno visita al Genoa a Marassi, ospiteranno il Cagliari alla penultima e termineranno il loro campionato a Roma contro la Lazio. Un calendario complicato, in una stagione terribile, ma che proprio per l’imprevedibilità che ha mostrato la squadra durante tutto quest’anno non chiude la porta a nessuna possibilità.

Segui le ultime notizie su Google News!

Ultime notizie

LEGGI ANCHE