fbpx

Szczesny o Di Gregorio, chi sarà il portiere titolare della Juve? Motta ha le idee chiare

Juve, rebus portiere: Di Gregorio o Szczesny titolare?
Getty Images

La Juventus ha chiuso per l’acquisto di Michele Di Gregorio dal Monza. Ma se Szczesny dovesse restare a Torino, chi sarebbe il titolare? La nostra analisi.

La Juventus si è aggiudicata uno dei giocatori rivelazione delle ultime due stagioni di Serie A. Parliamo di Michele Di Gregorio, il portiere ex Inter che è esploso al Monza di Berlusconi e Galliani. Cresciuto nelle giovanili dei rivali nerazzurri, Di Gregorio si è distinto per parate, abilità di costruzione coi piedi e leadership in campo. Insomma, un profilo della porta completo e per lo più italiano, che potrà essere molto importante per il futuro della Juventus.

Sappiamo bene che Di Gregorio è stato molto ambito negli ultimi mesi sul mercato. Non solo Juve: Milan, Inter e Napoli hanno pensato con convinzione a lui. È stato bravissimo Cristiano Giuntoli a scippare l’accordo a Galliani con anticipo, e alla fine ha chiuso per una cifra di 18 milioni di euro più bonus. Michele Di Gregorio è stato acquistato per sopperire alla partenza di Szczesny, il polacco che è stato titolare tra i pali della Juventus negli ultimi anni.

Szczesny ha un contratto in scadenza nel 2025, e con un ingaggio pesantissimo, Giuntoli ha pensato bene di cederlo quest’estate. Il portiere era ad un passo dall’Al Nassr di Cristiano Ronaldo, ma poi la trattativa si è complicata di botto. Non è escluso, dunque, che il polacco resti a Torino, e anche senza rinnovo per poi salutare il prossimo anno a parametro zero. Ma se così fosse, chi prenderà il posto di titolare nelle gerarchie della porta? La nostra anali di seguito.

Portiere Juve, Di Gregorio o Szczesny? Motta ha una preferenza

Chiaro che se Szczesny dovesse restare alla Juve, si verrebbe a creare un forte dualismo con Di Gregorio. D’altronde, il primo è un titolare affidabile da tanto tempo. Sarebbe una bella grana per Thiago Motta, nuovo allenatore della Vecchia Signora. Affidarsi all’esperienza o al talento? Se andiamo a vedere i numeri dei due portieri nella scorsa stagione, la scelta sembra ancora più ostica.

Bologna, chiuso il colpaccio per la fascia: arriva al posto di Gosens

Michele Di Gregorio ha giocato un totale di 34 partite tra Serie A e Coppa Italia. Sono 37 i gol incassati e ben 14 i clean sheet registrati. Numeri degni di un portiere da Juve. Ma Szczesny ha fatto qualcosa di molto simile, e leggermente migliore. Il polacco ha giocato un totale di 35 partite (non è stato impiegato in Coppa Italia): 35 le reti subite e 15 i clean sheet registrati.

Come potete notare, i numeri si somigliano molto. È vero però, che in una nuova Juve, con tanti giovani pronosticati ad essere utilizzati da Motta, potrebbe servire maggiore esperienza e leadership tra i pali. Forse, per la prossima stagione, ci sentiamo di consigliare ancora Szczesny se mai dovesse restare. Insomma, con lui la porta è blindata, e può guidare in un certo modo la squadra in Champions League, competizione in cui Di Gregorio non ha nessuna esperienza.

È anche vero, però, che dato l’investimento, Michele Di Gregorio potrebbe partire come titolare in Serie A. Anche in virtù del fatto che Thiago Motta apprezza molto i portieri bravi nella costruzione dal basso. E in questo l’ex Inter è davvero un asso.

Di Gregorio o Szczesny, chi prendere al Fantacalcio?

Andiamo al focus per il Fantacalcio. Quanto spendo per Di Gregorio? Conviene acquistarlo insieme a Szczesny se dovesse restare? Chi gioca in campionato? Tutte domande più che lecite per i fantallenatori. Diamo qualche consiglio. Secondo quanto detto sopra, ci sentiamo di favorire alla titolarità in campionato Michele Di Gregorio. Il polacco potrebbe essere impiegato invece in Champions League. Ricordiamo che Motta alterna spesso i portieri. Basti pensare a quanto fatto con Skorupski e Ravaglia al Bologna.

Di Gregorio: spesa massima 4-5% del budget; non conviene acquistarlo insieme Szczesny in quanto la spesa sarebbe troppo elevata (presumibilmente intorno al 10% del budget per entrambi).

Segui le ultime notizie su Google News!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Ultime notizie

LEGGI ANCHE